Banner
STARBOARD ISONIC 127 vs 117w : IL TEST PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
Mercoledì 09 Marzo 2011 07:58
127VS117
 

I dubbi di parecchi acquirenti starboard  Isonic quest’anno si sono concentrati sul decidere quale tavola scegliere tra il nuovo isonic 127, erede del vecchio is 131 2010, e la new entry  isonic 117wide, tavola dalla nuova filosofia di utilizzo che secondo le indicazioni della casa sarà tutta volta ad un impiego slalom light wind da parte di pesi leggeri .

 

 

Va detto che ad alimentare i dubbi e le incertezze, di un pubblico amatore-medio, anche la Starboard c’ha messo del suo proponendo due modelli di tavola specificatamente pensate per il vento leggero ed offrendo quale criterio distintivo solo il peso e l’attitudine del surfista alla “sopraintavolatura”,non tenendo però bene a mente, secondo noi,  quanto il nuovo 127 avrebbe  potuto contare sull’eredità pesante quale è quella dei 131 e 133 delle passate stagioni, che tanto bene avevano fatto convincendo schiere e schiere di appassionati e decretando il successo dell’intera gamma.

 

IS117W_LUNGO


A fronte di un tal stato di cose ed in considerazione della ritrosia e del timore di molti racer di cambiare ciò che hanno sperimentato funzionare egregiamente, l’idea di offrire nella stessa fascia di vento un’altra possibile opzione tra cui scegliere potrebbe suonare come un azzardo, specie per quei numerosi surfer il cui peso oscilla intorno ai fatidici 75-80kg.

 


Di qui il dubbio meglio il 127 o il 117W ?

127_cut

Avendo avuto modo di provare, e riprovare, entrambe le tavole, crediamo che le successive impressioni possano contribuire a dar un aiuto a scegliere tra i due nuovi isonic in ragione delle vostre esigenze.

Iniziamo allora con il dire e con l’osservare come già a livello di “misure” i nuovi 127 e  117wide si differenzino subito in maniera sensibile, dato che a fronte di una medesima lunghezza di 228cm, peraltro  allungata se riferita al precedente modello is131 2010 che rimaneva fermo al valore di 223cm, è poi il parametro della larghezza che nell’insieme cambia in maniera decisa, risultando come di norma per questo genere di tavola di 85cm per il 127 e di “soli” 80cm per il 117w, dimostrando così senza ombra di dubbio anche il differente potenziale impiego a cui saranno chiamati i due nuove isonic.

 

ISONIC_127

 


Un valore, quello di 80cm, che come è immediatamente intuibile ad una lettura delle mere specifiche tecniche porta il nuovo Isonic 117w ad attestarsi su una misura da vento leggero in realtà più intermedia sia rispetto i vecchi  is133 che dell’attuale is127, poendosi al contempo invece, un gradino più verso il vento leggero sia rispetto agli is122 che del riproposto 117 standard(2011) che mantiene la tradizionale larghezza di “soli” 75cm, essendo nuovamente chiamato ad offrire ai pesanti la possibilità di poter contare una tavola ancor più da vento medio rispetto al nuovo 117w.

 

ISONIC_2011_LOW

 

In realtà, poi, a ben osservare le due tavole ci si accorge immediatamente che non si tratta di un “allargamento max” fine a se stesso operato su un medesimo shape, dato che a variare nel 117 e nel 117wide, come detto, è in maniera sensibile sia la lunghezza delle due tavole, rispettivamente di 232cm per il 117 std e di 228, del wide, che la larghezza a poppa che seppur di poco decresce di 0,2cm rispetto ai 53cm di OFO del 117 vers.std, attestandosi su un valore pari a 52,8 del 117wide.

 

ISONIC_2011_BORDIS

 

Lo shape di questo 117wide, complice la larghezza max maggiorata, ci ha ricordato così quello di certi ultimi Fanatic Falcon caratterizzati da accentuate differenze tra larghezza max e valori di OFO, e meno quello di certi “tavolini” rettangolari a cui ci eravamo abituati negli ultimi tempi in casa sb.

COPERTA117

 

Larghezze differenti che comportano combinazioni di pinne altrettanto diverse che,  come dimostrato dalla prova pratica, saranno verosimilmente comprese tra i 52 ed i 48-46CM per il 127 e tra i 46-48CM e i 42 cm per il 117W .

A livello, invece, di sailrage possiamo concludere che scelta ottimale per il nuovo 127 sarà l’abbinamento con vele dai 10, meglio 9.5, a scendere fino alle 8.5, mentre per il 117w si va dalla 9, ma meglio 8.6, come vela gande alla 7.8 / 7.5 come vela per il vento più forte.
Altra novità del 2011 è poi rappresentata dall’abbassamento medio di profondità nell’ordine 2-4 cm del piede d’albero! attraverso la creazione di un più o meno profondo concavo, che molto accentuato sul modello is107, si scorge un po meno, sui modelli 127 e 117w, che dovrebbe ancor di più contribuire a migliorare il proverbiale controllo in condizioni hard sfinando,e togliendo volume,  al contempo il nose e migliorando la tendenza all’estrema incollatura/schiacciamento  sull’acqua che i modelli 2010 rischiavano di possedere.
Cut out e winger ripropongono invece le medesime geometrie e “filosofie” sia sul 117w che sul 127, risultando tuttavia meno accentuati rispetto alle stesse soluzioni in versione 2010, cercando in tal modo di favorire la manovrabilità di questi nuovi scafi in fase di strambata, che risulta peraltro notevolmente migliorata per quanto riguarda il 127 rispetto al suo predecessore 131.

 

127_carena

Così come la costruzione di punta che per entrambe diviene ora la nuova grigissima e costosissima Full carbon, segno evidente dell’intenzione della Starboard sia di voler diminuire il peso aumentando la rigidità dei suoi scafi ( conseguentemente le performance)  che, riteniamo noi, di eliminare le varie problematiche emerse nel 2010 con la wood-carbon edition(staremo a vedere).
Accessoristica, pad e straps tradizionali e già viste e come al solito ridotti all’osso sia per l’esigenza di ridurre al max il peso(pad)che per un contenimento dei costi di produzione(?!) che però comunque continuano a lievitare finendo per toccare per le versioni Full Carbon i 1980€,e se considerate di abbinarci “almeno” una select ecco fatto che il listino si attesta ad un prezzo di partenza vicino ai 2150!!

 

sonic-20111

 

 

IN ACQUA

Dopo averli usati separatamente alcune volte ci siamo armati di pazienza e di buona volontà per confrontare i due gioiellini face to face ed avere immediatamente un risultato tangibile su attitudini e potenzialità dei due.
E finalmente il buon Eolo ci ha accontentato mettendoci a disposizione una tipica condizione slalom caratterizzata da vento medio fino ai 16/18 nodi ben distesi ed acqua relativamente piatta !

Iniziamo con il dire che a meno che siate surfer molto leggeri, o che che abbiate un piede sensibilissimo, il nuovo is117w plana presto, ma, come era immaginabile, un po più tardi del 127...ed anche nei buchi di vento intorno ai 12 nodi il 127 continua "a dir la sua"...
Quindi  fino a qui nulla di strano!

Chiariamo però a scanso di equivoci che anche con 10 / 12 nodi il modello da 117lt svolge egregiamente il lavoro per cui è stato ideato, anche se diviene paragonata al fratello maggiore una tavola sostanzialmente inutile, potendo il 127 in queste condizioni  godere di una maggiore potenza su cui contare e da trasformare in più brucianti accelerazioni.
All’aumentare del vento, 15 nodi, si sente subito invece come il 117w entri più “nel vivo” dell’impiego cui è destinato, risultando sotto i piedi molto più vivo del 127 che, pur con buon passo, procede invece con un’ andatura più simile a quella di un formula gestendo, e sfruttando, al meglio le spinte indotte dalla vela, in maniera più dolce.
Insomma sintetizzando salendo sul 117w si ha la medesima sensazione di navigare su uno slalom di razza più piccolo e reattivo, che caratterizzato da forti accelerazioni e metterà a buona prova le vs caviglie, sfoggiando al contempo doti di facilità al lasco inimmaginabili per una tavola che alla fine dei conti è pur sempre larga 80cm e che sfodera un one foot of che fino a 10 anni fa sarebbe stato quello di un formula!
Sensazioni e prestazioni, quelli del 117w, che se risultano di assoluta eccellenza per la categoria, ma che si scontrano però con l’evidenza che anche il 127 in queste condizioni di vento medio non risulta meno veloce o meno performante, almeno fin quando il piano d’acqua rimane relativamente calmo.
Secondo noi, infatti, l’unica pecca di questo 117w è proprio data dal fatto di subire indirettamente la concorrenza in casa del nuovo is127, una tavola di altrettanta assoluta eccellenza che si fa forte nel 2011 di una migliorata velocità al traverso/ lasco che ne esalta le performance massime, soprattutto in chiave di regata,  rispetto al già ottimo precedente modello is131 (2010) .
Complice, infatti, un assetto leggermente più libero, ma sotto quest’aspetto molto farà anche la pinna che abbinerete e con cuoi utilizzerete il vs 127, le Velocità e le Accelerazioni che è capace di regalare il nuovo 127 convincono immediatamente.
Sotto questo aspetto il lavoro dell’R&D Starboard è stato veramente “pesante” e di immediata percezione per qualsiasi rider di medio livello.
Come consuetudine, poi , dato che senza controllo il valore della velocità conta relativamente, mettendo i piedi e navigando su questo 127 sarete impressionati da una vera e propria “dolcezza” di navigazione che fa si che si possa, tranquillamente, scendere dall' is127 e passare ad un 107, a patto che il vs peso, così come il nostro, si aggiri sugli 80kg.
Capitolo strambata, anche qui gli interventi operati a livello di shape sul nuovo is127 convincono subito! il nuovo shape regala sensazioni tanto buone che  lasciano la tendenza dei passati isonic  133 e 131 ad ingavonarsi, specie laddove utilizzati in condizioni di chop ravvicinato, un mero ricordo difficilmente rivivibile, a meno di sbagliare di grosso la vs strambata!
Ad un confronto fra i due, invece, risulta che  il 127 grazie alle migliorate doti di strambata sia oggi una vera tavola da strambata "quasi-automatica”, per la serie poggi, spingi sul bordo, cambi mura e riparti!

Sotto quest'aspetto il 117w ha un’attitudine alla strambata più simile ai modelli più piccoli, in particolare per quel che riguarda la fase di entrata questa è molto più simile a quella del 107 che del 127, necessitando, per effettuare strambate  in planata, di un’entrata più decisa e di un cambio di mure leggermente meno passivo, e più guidato, rispetto che sul 127 .
Per la serie non sono ancora degli “strambatori” perfetti come certi rrd della passata stagione, ma neanche i peggiori o i più duri interpreti della disciplina, TUTT’ALTRO!

Prezzo a parte, oltre alle riserve sulla bontà della costruzione che si potranno sciogliere solo  a fine stagione, unica nota negativa registrata è l’attitudine alla bolina che se appare comunque corretta per il modello is117w, IN CONSIDERAZIONE DEL SUO IMPIEGO CON VENTI UN PO PIU’ SOSTENUTI, risulta, invece, leggermente peggiorata per l’is127 almeno in considerazione degli standard di assoluta primazia a cui ci aveva abituati sotto quest’aspetto la casa del Tiki.

 

CONCLUSIONI

Pensiamo  di aver detto tutto o quasi, rimane solo da sciogliere l’iniziale dubbio su quale dei due nuovi shape scegliere…

Che dire.... secondo noi, se avete intenzione di affrontare regate nazionali e regionali ed uscite in Italia, in spot normalmente non ventosi ed il vostro peso si aggira intorno agli 80kg continuate ad andare sull'isonic 127!

Potrete continuare ad avere una tavola unica dal grande range di utilizzo e da poter abbinare a vele anche superiori ai 9mq, misure che spesso salvano più di un'uscita o una heat!

Se invece pesate tra i 65 e i 75 o se il vs obiettivo è più semplicemente rivolto al free-slalom e meno alle regate, allora il 117w, a meno che non pesiate più di 85kg, è la tavola che sicuramente fa per voi anche in condizioni di vento leggero

 

ISONIC 117 Wide ISONIC 127 
INIZIO PLANATA 9 9,5
VELOCITA' MEDIA(10-15 nodi) 9 9,5
VELOCITA' MEDIA(13-20 nodi) 9,5 9
VELOCITA' MASSIMA  9 + + 9
STRAMBATA 8,5 8,5
CONFORT 8,5 9
CONTROLLO 9 + + 9
BOLINA 8,5 8

 

SOURCE: PHOTO BY STARBOARD

Commenti
Cerca
AndreaC (Registered) 2011-03-09 10:45:43

insomma hanno toppato tavola?!
speriamo almeno duri un po di più di quelle del 2010 in carbonio
AlexWind (Registered) 2011-03-09 11:25:34

Buona recensione, molto completa..
Hai qualche commento anche per chi, come il sottoscritto, pesando 72kg, ha utilizzato e utilizza da tempo (con soddisfazione) come tavola da vento leggero l'iS 122/121 da 75cm?
In particolare se hai notato un sensibile miglioramento in fase di partenza in planata/passaggio nei buchi ed un sensibile peggioramento quando soprainvelato.. Il 122/121 ha un range elevatissimo e funziona anche in quei giorni in cui si parte con poco vento e poi arriva la botta e vedi che i 133 incominciano ad impazzire! :-)
Memo (Registered) 2011-03-09 11:29:48

effettivamente anche a me, e nella mia zona, sono giunte notizie sulla poca affidabilità della costruzione 2010 comunque le hanno cambiate tutte in garanzia e questo è stato un bene per chi le aveva comprate.
Bel test, bravi!
ITA-175 (94.38.79.xxx) 2011-03-09 11:36:02

ciao Alex fossi in te se hai sempre desiderato avere un pizzico più di performance nel vento leggero andrei sul 117w, se invece sei soddisfatto al 100% del range del 121/122 rimarrei sul 117 std se vuoi cambiarlo per qualcosa di più moderno, ma il 117wide lo lascerei perdere specie con il tuo peso
AlexWind (Registered) 2011-03-09 12:17:43

Io sono soddisfatto, mi chiedevo se passando al 117wide avrei perso più in termini di controllo in soprainvelatura rispetto al guadagno nel vento leggero..
ITA-175 (94.38.79.xxx) 2011-03-09 12:35:12

non penso che il 117w abbia più problemi di controllo del tuo 122, la sensazione che ti dà è però molto differente da quella dei 122, che a mio avviso si sentiva subito che si trattava di tavole più piccole rispetto al 133, ma che poi viaggiavano secondo la stessa filosofia di quest'ultimi(spostando un po più in su il limite di utilizzo, ma regalando lo stesso tipo di sensazioni).
con il 117w invece si ha la percezione
ITA-175 (94.38.79.xxx) 2011-03-09 12:36:11

... la percezione di stare su una tavola più libera e reattiva, per questo ho parlato difanatic, non per questo più veloce in tutte le condizioni, ma neanche meno controllabile.
ti regala semplicemente un differente modo di andare rispetto ai 133 o 127 o 121, poi molto fa anche la pinna che gli abbini
SUI-140 (Registered) 2011-03-09 16:27:50

Ma quali problemi avevano le SB isonic del 2010?
AndreaC (Registered) 2011-03-09 19:21:11

si delaminavano tra le straps
ITA-XXX (Registered) 2011-03-09 21:03:24

Felice di questa recensione visto che sono fresco possessore di un 127 Carbon..per il momento rende al massimo appoggiato alla parete di casa mia.. :pirate: Spero al piu' presto di dare il mio umile contributo a gia' questo completo test!
ITA-175 (94.38.79.xxx) 2011-03-09 22:15:48

finalmente ti sei deciso per una tavola grandicella, sono contento almeno non dovrò più aspettare 20 nodi per fare due insieme! :D
se stai a pp a pasqua facciamo un test day!
w-100 (Registered) 2011-03-09 22:50:21

anche io avrei voluto scrivere le mie impressioni già da settimane ma l'assurdo ritardo che vede protagonista il carico di tavole Starboard rende impossibile il mio proposito...
Il destino mi starà suggerendo di intraprendere una nuova via??!!
ITA-XXX (Registered) 2011-03-09 23:41:04

ITA -175 eh si'..ero stufo di stare seduto mentre voi filavate a 20 nodi con 15 di vento... :D A Pasqua credo proprio di esserci..domani e' il giorno fatidico..chiedero' le ferie!!Vai per il test day!! Ah io ho preso una Select!!
ITA-175 (94.38.79.xxx) 2011-03-10 11:14:17

lo so conosco la sensazione per non parlare di quella altrettanto frustrante entrare poi in acqua solo con 20 nodi per farne 25 di punta...ahaah...
ITA-XXX (Registered) 2011-03-10 18:28:23

ahahahh eh condivido!!Ps cmq a Pasqua ci saro'..sara' un bel raduno di Vele Nere...c'e' anche Max(ITA 399) Carcanide Inox (ITA 166) ,Io,un tale ITA 175 non so se conosci... :D
albi (Registered) 2011-03-10 19:19:35

scusatemi ma il 111 del 2010 che problemi ha?
AndreaC (Registered) 2011-03-10 19:36:05

si delaminava anche quello
ITA-XXX (Registered) 2011-03-10 19:40:49

Non tutti si delaminavano. andava a culo..ops a fortuna..( i carbon wood ovviamente..)
AndreaC (Registered) 2011-03-10 20:22:02

quelli che ho visto io si sono delamniati tutti, se poi c'è qualcuno che a culo non gli si è delaminato mi sa che come dici tu ha avuto culo
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!